Don Mario in cattedra

di Mario Alberto Lupori
Sottotitolo: Lezioni di Storia della Chiesa

Pagine 202 / ISBN 978-88-99257-35-4 / Agosto 2017
Collana Ars Memoriae – Ediz. cartacea: 12,90 euro

La Comunità San Michele di Firenze rende omaggio al suo fondatore don Mario Lupori (a dieci anni dalla scomparsa) pubblicando questo volume che raccoglie gli appunti delle lezioni di Storia della Chiesa da lui tenute presso il Seminario Maggiore della Diocesi di Firenze a partire dagli anni ‘50. Un modo per ricordare le parole e le ri?essioni (sulla disciplina nella quale si era specializzato) che hanno accompagnato per 40 anni quei preziosi momenti di incontro e approfondimento che sono state le conversazioni con i sammichelini.

“La Storia della Chiesa è la disciplina teologica che si prefigge di delineare un quadro d’insieme, scientificamente motivato, dell’evoluzione esteriore e interiore compiuta, nello spazio e nel tempo, da quella istituzione salvifica fondata da Gesù Cristo che si chiama Chiesa. È teologia a causa del suo oggetto di origine divina a opera di Gesù Cristo, per il suo ordinamento teologico e sacramentale, per l’assistenza promessa dallo Spirito Santo che preserva la Chiesa dall’errore, che la santifica e ne conserva la santità, che inizia la sua assistenza visibile con la Pentecoste e si conclude con il ritorno finale del Signore. È storia perché per assolvere il proprio compito la Storia della Chiesa si serve del metodo storico, che ricerca e raccoglie le fonti, verifica la loro autenticità, ne esamina il contenuto storico anche se, nel suo insieme, la Storia della Chiesa può venire compresa soltanto sotto il punto di vista della Storia della Salvezza e il suo significato ultimo può venire a?errato soltanto dalla fede”.

Don Mario Alberto Lupori nasce a Firenze il 19 novembre 1917 e viene ordinato prete il 29 giugno 1940. A Roma completa gli studi all’Università pontificia “Gregoriana”, dove consegue la laurea in Storia della Chiesa e la licenza in Archeologia cristiana. Nel 1957 fonda la Comunità giovanile San Michele per dare una risposta alla drammatica situazione dei giovani dell’Oltrarno. Aveva infatti avvertito che la parrocchia faceva fatica a tenere il passo dei tempi e pensava di poter trovare forme alternative di evangelizzazione individuando nello sport il segno associativo per coinvolgere e avvicinare i ragazzi. Don Mario è stato per oltre tre generazioni un maestro di fede e di vita. Le sue omelie, come le conversazioni serali, sono sempre state lezioni di conoscenza e di lettura globale della storia passata e della realtà presente. La città di Firenze gli ha reso omaggio con il conferimento, nel 1999, del “Fiorino d’oro” per i suoi meriti a favore dell’educazione e formazione giovanile. Don Mario muore il 6 settembre 2007..